Dal 2013 si prende cura della Certosa, il prestigioso cimitero monumentale di Bologna, ma in totale la cooperativa intersettoriale CIMS gestisce dieci contratti nel settore dei servizi cimiteriali, per un centinaio di strutture tra Emilia e Romagna distribuite in 15 comuni. Una specializzazione sempre più alta, che ha fatto crescere negli anni l’importanza di questo ramo d’azienda. Il totale dei ricavi annui va da 3,5 a 4 milioni di euro, di cui 2,3 per i servizi e almeno 1,2 di lavori extra canone.

La Certosa di Bologna

Il contratto più corposo, avviato nel 2013 e basato su una concessione di durata trentennale, è appunto quello che ha ad oggetto i servizi globali della Certosa di Bologna e del cimitero di Borgo Panigale. Dal punto di vista amministrativo, SPV Bologna è la società di progetto che ha acquistato il 49% di BSC (Bologna Servizi Cimiteriali). Di SPV, CIMS è socio controllante con il 51% delle quote (SK, Amga Energia, Cif e Nova Spes gli altri partner). Nelle due strutture CIMS si occupa di manutenzioni ordinarie e straordinarie, servizi cimiteriali, pulizie, gestione del verde, impianti ed edilizia, per un valore di 1.380.000 l’anno di servizi e 950.000 euro l’anno di lavori. Gli addetti CIMS dedicati sono da 11 a 13.

Quanto la “cura CIMS” abbia sortito i suoi effetti lo testimoniano i numeri: all’avvio della commessa, la Certosa presentava ben 37 luoghi interdetti, transennati perché pericolanti e quindi non accessibili. Ad oggi non c’è nessuna zona inaccessibile, salvo quelle oggetto di cantieri temporanei. Tutte le situazioni pregresse sono pertanto state sanate.  Inoltre, durante l’emergenza Coronavirus la struttura è stata chiamata in causa e ha accolto anche salme provenienti da Piacenza, riuscendo a dare una risposta efficiente alle necessità presentate da una situazione eccezionale.

La particolarità del contratto relativo al global service della Certosa è dovuta al carattere monumentale e all’interesse turistico rappresentato dalle sepolture eccellenti che il cimitero ospita nella sua parte storica, che attirano numerosi visitatori dall’Italia e dall’estero. Come bene storico, inoltre, la Certosa è sottoposta a stringenti vincoli da parte della Soprintendenza ai Beni architettonici e artistici.

Nello spazio, data la vastità (il cimitero ha una superficie di 27 ettari complessivi su tre livelli), ci sono manutenzioni programmate praticamente ogni giorno. CIMS si occupa del restauro conservativo della struttura, rispettando vincoli che riguardano sia gli elementi architettonici sia i materiali, oltre alle tipologie di intervento. Le caratteristiche della Certosa pongono complesse problematiche logistiche, per la soluzione delle quali occorrono progetti di volta in volta mirati.

Gli altri contratti del settore Cimiteriale

Società Virgilio – Committente Sds Anzola

Comuni coinvolti: San Giovanni in Persiceto, Anzola, Sant’Agata e Calderara. Cimiteri: 14

L’Ati aggiudicataria possiede il 40% di Virgilio ed è costituita da CIMS, AMGA, CIF e N.S.

Attività in capo a CIMS: Servizi cimiteriali, Pulizie, Verde, Impianti, Edile.

Durata: 9 anni (scadenza 2021).

Addetti da 7 a 9.

Fatturato: 310 mila euro all’anno di soli servizi, più lavori extra per circa 250-300 mila all’anno.

RTI CIMSCommittente Area Blu

Comuni coinvolti: Imola e Medicina per conto di Area Blu.

L’Ati ha CIMS capogruppo con Solco e Altair con sede a Domodossola. Cimiteri: 12 (7 di Imola + 5 di Medicina).

Attività: Servizi cimiteriali, Pulizie, Verde, Impianti, Edile.

Durata: 4 anni (scadenza 2024).

Addetti da 10 a 12.

Fatturato dei soli servizi: 380 mila euro all’anno.

4 contratti con i Comuni di Mordano, Castel Guelfo, Solarolo e Bagnara

Durata annuale, gli importi vanno da 3.000 a 14.000 euro.

Attività: servizi cimiteriali. Cimiteri: 10 (2 a Mordano, 1 a Castel Guelfo, 6 a Solarolo, 1 a Bagnara).

Antares (Ciclat) – Committente Azimut

  • Comune coinvolto: Faenza. La compagine della società affidataria è composta da CIMS e Ceef.

Attività: Servizi Cimiteriali e Pulizie.

Durata: 15 anni (scadenza 2027) – Addetti 5/7 (con Castel Bolognese) – Importo 160.000 euro l’anno. Cimiteri: 33

  • Comune coinvolto: Castel Bolognese. La compagine della società affidataria è composta da CIMS e Ceef.

Attività: Servizi Cimiteriali e Pulizie.

Durata: 15 anni (scadenza 2027) – Addetti 5/7 (con Faenza) – Importo 15.000 euro l’anno. Cimiteri: 6

2 contratti con i Comuni di Riolo Terme e Brisighella

Durata annuale, gli importi sono rispettivamente di 16.000 e 4.000 euro l’anno. Addetti: 5/7 (vedi sopra).

Attività: servizi cimiteriali. Cimiteri: rispettivamente 5 e 18.

scarica il comunicato stampa